Abbiamo stretto un patto con la natura.

BARILLA e CAPA COLOGNA insieme per il progetto - La Carta del Mulino - per una farina da agricoltura sostenibile.
Gli agricoltori che coltivano il grano destinato al progetto, hanno riservato un’area pari al 3% dei campi di grano tenero della "Carta del Mulino", per la coltivazione dei «Fiori del Mulino»: una miscela di specie erbacee, la cui presenza arricchisce i campi di biodiversità vegetale e animale. Non vengono utilizzati insetticidi nelle aree dedicate ai «Fiori del Mulino» così da salvaguardare e favorire gli insetti, tra cui le api e gli altri insetti impollinatori.
Da sempre CAPA COLOGNA utilizza esclusivamente metodi fisici per conservare il grano (come la refrigerazione o l'atmosfera modificata) e impedire lo sviluppo degli insetti infestanti.

Filiera

Sementi selezionate
Abbiamo scelto specifiche varietà di grano tenero idonee a garantire la qualità dei prodotti finiti per questo gli agricoltori impiegano solo sementi certificate.
Riduzione sostanze chimiche
Per conservare il grano, al fine di impedire lo sviluppo degli insetti infestanti, chiediamo di utilizzare metodi fisici (come la refrigerazione o l'atmosfera modificata), cosi come metodi ammessi in agricoltura biologica. e di limitare l’utilizzo di sostanze chimiche.
Sistema di tracciabilità
Dalla semina fino alla macinazione, i lotti di grano tenero ottenuti secondo la Carta del Mulino vengono identificati e separati così da garantire la tracciabilità della materia prima.


Visita in CAPA di Susan Hamsis (Barilla America) Gustavo Savino (Barilla Europa) Alessandro Ruggeri (resp.qualità Barilla)